Blog: http://Desiderius.ilcannocchiale.it

Solite note sui concerti di Capodanno

Nel giorno di Capodanno, la Rai ha distribuito musica. Ha cominciato Rai5 con lo storico Pipistrello di Carlos Kleiber, ripreso dal vivo nel 1988 all’Opera di Stato della Baviera. Sebbene inferiore all’inarrivabile registrazione discografica del 1975 (una delle migliori incisioni di tutti i tempi) si tratta di roba che non tornerà più.

Per marcare bene lo stacco fra il passato e il presente, subito dopo Rai1 ci ha rifilato il solito concerto di Capodanno dalla Fenice. Per fortuna, quest’anno non c’erano esposizioni di tessuti sindacali fra gli orchestrali. Rimane, musicalmente, quella che in inglese si chiama shabbiness. Faceva eccezione il bravo basso Alex Esposito, capitato lì chissà come.

Il concerto da Vienna era relegato nel tardo pomeriggio su Rai5. Mariss Jansons, molto festeggiato dal pubblico della Goldenen Saal, ha agito con gradevole fluidità. Purtroppo, l’inserimento nel programma della Polka dal pipistrello, quando aleggiava ancora nell’orecchio quella di Kleiber, ha dato la cifra della decadenza.

Pubblicato il 1/1/2012 alle 22.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web