Blog: http://Desiderius.ilcannocchiale.it

Tagliamo, tagliamo.

Ogni Capodanno capita, ormai, di assistere a due concerti televisivi. Il primo è quello della Fenice di Venezia, imposto in diretta da una EIAR autarchica. Quest'anno, se possibile, ancora più indecoroso, specie nelle parti vocali. La protesta per i "tagli" (anche quella, ormai, una tradizione) era controproducente: perché dovremmo finanziare con il denaro pubblico tristezze del genere?

Il concerto dei Wiener, trasmesso subito dopo in differita,  superava i livelli qualitativi minimi per l'evento (ossia, molto al di sopra di una qualunque performance di orchestra italiana). Ma sempre minimi: preoccupa un po' che il Maestro Welser-Möst sia diventato Generalmusikdirektor della Staatsoper di Vienna. Teatro che ha una tradizione.

Pubblicato il 1/1/2011 alle 22.43 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web